La prima scadenza è quella del 30 settembre 2022, termine ultimo per accedere all’agevolazione nel caso di unifamiliari nel caso in cui non sia stato eseguito almeno il 30% dei lavori.

PER APPROFONDIRE:

  • ARTICOLO: Bonus casa per tutti i gusti Ecco le detrazioni in campo
  • ARTICOLO: Cna chiede una proroga per il superbonus
  • ARTICOLO: Rincari. Gas alle stelle, autunno nero nei condomini

Roma, 9 settembre 2022– Mentre si attendono novità sul tema, in particolare sullo sblocco dei crediti, è ancora possibile usufruire del Superbonus, cio è della detrazione del 110% sulle spese per interventi di efficientamento energetico o antisismici su condomini o abitazioni singole. Occhio, però, alle scadenze.

Nel caso di interventi realizzati sulle case unifamiliari, il Superbonus spetta per le spese sostenute fino al 30 settembre 2022. Se però si dimostra che al 30 settembre si sono svolti almeno il 30 per cento dei lavori, si ha diritto alla detrazione fino al 31 dicembre 2022. Per dimostrare che sono stati effettuati almeno il 30 per cento degli interventi, il direttore dei lavori deve presentare una dichiarazione scritta e inviarla al committente e all’impresa.

Per gli interventi antisismici e di efficientamento energetico effettuati sui condomini il Superbonus 110% può essere ottenuto fino al 31 dicembre 2023, poi la detrazione scenderà al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025. Lo stesso vale anche per le palazzine composte da due a quattro unità immobiliari che sono di proprietà di persone fisiche.

Per informazioni sul Superbonus 110% è possibile consultare il sito dell’Agenzia delle entrate.